11 MAGGIO 2013 PUBBLICATA LA SESTA EDIZIONE DEL TESTO UNICO DEL PUBBLICO IMPIEGO  A CURA DELL’AVV. MAURIZIO DANZA

 

PRESENTAZIONE DELL’OPERA

 L’ulteriore revisione del testo unico del pubblico impiego giunto alla sesta edizione, si è resa necessaria alla luce delle  recenti modifiche normative intervenute durante il 2012, che confermano la linea della razionalizzazione della spesa pubblica che ha già interessato il pubblico impiego con la L.n.122/2010 . Di grande importanza la L. n.135 del 7 agosto 2012 che ha previsto tra l’altro,sia un ulteriore rafforzamento della legge rispetto alla contrattazione collettiva, che il nuovo meccanismo distributivo del trattamento accessorio fortemente innovato dall’art.5 c.11-quinquies. Quest’ultima disposizione  realizza in pieno la finalità di colmare la lacuna normativa creatasi a seguito della disapplicazione del sistema di differenziazione retributiva a fasce degli artt. 19 e 31 del D.lgs n.150/2009, operata dall’art 6 c.1 del D.lgs.n.141/2011 nelle more dei rinnovi contrattuali. Altre novità di rilievo sono state previste con la legge n.190 del 6 novembre 2012( c.d. legge anticorruzione) con cui si sono modificate le norme sulla incompatibilità, adottando altresì un nuovo codice di comportamento dei dipendenti pubblici. Di grande interesse poi la L.n.183 del 12 novembre 2011 che ha introdotto il nuovo art 33 del T.U. in tema di procedure di mobilità,nonché la legge n.148 del 14 settembre 2011 che ha previsto l’istituto dello spostamento del luogo della prestazione del dipendente in ambito regionale. Ancora di grande interesse, l’art.16 della legge n.111 del 15 luglio 2011( disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria) con cui si è intervenuto nuovamente sull’art 55septies in tema di controlli sulle assenze, prevedendosi altresì i piani di razionalizzazione triennali ad opera delle p.a. L’opera  recepisce poi tutte le modifiche operate con il D.Lgs. n.150 del 27 ottobre 2009 ( su G.U. n.197 del 31 ottobre 2009), nonché la interpretazione operata dal D.lgs n.141 del 1 agosto 2011 in relazione all’art 65 del decreto medesimo, per quanto concerne la applicazione della nuova ripartizione tra legge e contratto oggetto di numeroso contenzioso. Tutti questi provvedimenti hanno operato una ulteriore rivoluzione copernicana nel pubblico impiego, intervenendo su temi di fondamentale importanza, quali la natura del rapporto di lavoro nonché sul sistema di contrattazione collettiva e sul tema centrale delle relazioni sindacali.

 

 Acquista il manuale