RECENSIONE

 

 

Il manuale Testo unico del pubblico impiego, giunto alla III° edizione, testimonia le continue evoluzioni del lavoro pubblico intervenute negli ultimi anni in Italia.Il testo reca all’interno le più recenti e significative modifiche: dalla Legge delega n.15 del 4 marzo 2009, prevedente principi direttivi, al primo decreto attuativo  D.Lgs. n.150 del 27 ottobre 2009 (G.U. n.197 del 31 ottobre 2009). Appare opportuno far rilevare come detti provvedimenti indubbiamente hanno operato una ulteriore rivoluzione copernicana nel pubblico impiego, intervenendo su temi di fondamentale importanza, quali la natura del rapporto di lavoro nonché sul sistema di contrattazione collettiva e dunque sul tema centrale delle relazioni sindacali.

Degne di nota nel testo, le modifiche recentissime in materia di procedure di conciliazione ed arbitrato operate con Legge n.183 del 4 novembre 2010, che sostanzialmente hanno ricondotto, quanto alla conciliazione, lo strumento dalla sua natura obbligatoria a quella facoltativita. La riforma c.d. Brunetta interviene sul punto tracciando una nuova ripartizione tra materie riservate alla legge statale e alla contrattazione collettiva e dando luogo al fenomeno della ricentralizzazione della maggior parte delle materie del rapporto di lavoro nel pubblico impiego.

Il testo aggiornato ed arricchito nel commento giurisprudenziale, presenta infine tra gli allegati, l’intero testo del D.Lgs. n.150 del 2009, recante i principi fondamentali in tema di valutazione e performance, l’art. 31 della Legge n.183 del 4 novembre 2010 relativo ai nuovi strumenti conciliativi, e le recenti delibere della Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle amministrazioni pubbliche relative alla valutazione della performance, nonché la Costituzione Italiana, consentendo così ai lettori di orientarsi nel complesso mondo del lavoro pubblico.   

a cura di Anna Maria Regis- Relazioni esterne UNI.G.E.S.

 

 

 Acquista il manuale